Blog

Intrattenimento nel salone del parrucchiere: oggi ha tante facce

L’originalità è una delle cose più importanti, se vuoi aprire un parrucchiere di successo. Quando sei originale, ti distingui dalla massa dei competitor ed è più facile che le persone ti ricordino e, quindi, ti cerchino.

Cosa significa “essere originale”, però?

Potresti offrire servizi introvabili altrove o usare prodotti diversi da quelli dei concorrenti. Potresti anche offrire una nuova forma di intrattenimento nel tuo salone di parrucchiere, che aiuti ad ammazzare il tempo durante la posa della tinta o a trascorrere un pomeriggio diverso dal solito.

Oggi vedremo quindi quattro modi per intrattenere clienti grandi e piccoli.

Una piccola libreria in salone

Le riviste sono la forma di intrattenimento dal parrucchiere per eccellenza. Di solito sono riviste tutto sommato leggere, ottime per scoprire le ultime tresche delle star e poco altro. Non hanno niente di male, ma non piacciono a tutti: che fare, allora? Non puoi certo tenere un’intera libreria nel salone!

O forse sì?

La prima libreria da parrucchiere sembra essere nata ad Osaka, in Giappone. L’idea era creare uno spazio che celebrasse la bellezza in tutte le sue forme: letteratura, musica, arte figurativa, moda. Da questo è nato un salone comprensivo di libreria e sala lettura, nel quale è possibile anche ammirare piccole mostre e ascoltare musica.

L’idea ha avuto così tanto successo da arrivare anche in altri paesi del mondo, Italia compresa. Eppure, i saloni che permettono anche di leggere e comprare libri sono ancora pochi. Chissà, forse il tuo potrebbe essere uno dei primi.

L’aperitivo si fa dal parrucchiere

Il concetto di “drybar” nasce a Manhattan, dall’unione delle parole “blow-dry” (“messa in piega” in inglese) e “bar”. I drybar sono infatti dei saloni specializzati in messe in piega, nei quali non si fanno né tagli né colore. Le ospiti rimangono lì giusto per il tempo di un cocktail, da sorseggiare mentre si fanno sistemare i capelli in vista di una serata o di un evento importante.

Alcuni saloni di parrucchiere hanno ripreso l’idea e l’hanno sviluppata.

Soprattutto nelle grandi città, ci sono saloni che una volta alla settimana restano aperti fino a tardi. I clienti che arrivano dopo una certa ora – di solito dalle 17 in poi – vengono accolti con stuzzichini e bevande. L’appuntamento dal parrucchiere si trasforma così in un vero e proprio aperitivo, da godersi da soli o in compagnia.

La complessità dell’aperitivo cambia di negozio in negozio, è ovvio. In alcuni posti ci si limita a birra e pizzette, in altri si offrono spumante e sushi. Valuta qual è la soluzione migliore per te, in base al tipo di clientela che vuoi attirare e allo spazio che hai a disposizione.

Trucco e parrucco in festa

La giornata alle terme è uno dei modi più classici per festeggiare addii al nubilato e compleanni. Un gruppo di donne si ritrova per chiacchierare, prendersi cura della propria bellezza e dimenticare il resto del mondo, almeno per una giornata. Qualche volta, dopo le terme vanno in un locale e finiscono la serata tra cocktail e buon cibo.

Il concetto è pressapoco lo stesso, solo che si applica all’intrattenimento nel salone di parrucchiere.

Alcune realtà propongono pacchetti di servizi dedicati a gruppi di persone che vogliono festeggiare in modo diverso. Un pacchetto standard può comprendere massaggi a viso e testa, taglio e piega, manicure e pedicure. Il tutto viene accompagnato da un rinfresco leggero, che può essere più o meno salutista in base al mood che vuoi dare a tutta l’esperienza.

Dopo la festa dal parrucchiere, il gruppo è già pronto per andare al ristorante o in discoteca.

L’idea della festa dal parrucchiere ha avuto così tanto successo da far nascere dei corrispettivi per pre-adolescenti. In questo caso, le piccole festaiole si trovano per mangiare pasticcini e farsi acconciare i capelli proprio come “le grandi”.

Ludoteca o parrucchiere?

I bambini piccoli sono dei clienti complicati, come sa bene qualsiasi parrucchiere. Quando sono insieme a un genitore, si annoiano e rischiano di fare confusione. Quando sono sulla poltrona, si muovono in continuazione e sono pronti a scappare dopo la prima sforbiciata.

Già, i bambini sono clienti decisamente difficili, se non sai come trattarli.

Per venire incontro alle esigenze degli ospiti più giovani, sono nate realtà a metà tra il salone e la ludoteca. Accanto alle classiche aree operative di un negozio di parrucchiere, c’è anche una piccola area gioco dove i bambini possono passare il tempo. In questo modo loro non si annoiano e i genitori possono farsi tagliare i capelli in pace.

E se devi tagliare i capelli proprio al bambino? In questo caso, la situazione è un po’ più complessa.

Alcuni saloni si sono specializzati in tagli per bambini e hanno fuso area svago e area taglio. I bambini possono quindi colorare e giocare mentre tu tagli loro i capelli, senza che si annoino o si spaventino.

E l’arredamento

Tutte queste forme di intrattenimento nel salone di parrucchiere hanno una cosa in comune: necessitano di un arredamento personalizzato, che assecondi la tua idea senza sacrificare la funzionalità. Un arredamento che non troverai nei soliti cataloghi di arredi in stock.

Cerchi mobili che ti aiutino a mettere in pratica la tua grande idea? Contattami per avere un progetto su misura per te.

Stai pensando di rinnovare il tuo negozio di parrucchiere?

Desideri ricevere una consulenza gratuita per studiare un progetto disegnato in ESCLUSIVA per te?
Desideri ricevere un preventivo personalizzato?

Chiama il numero qui sotto e prenota ora la tua consulenza!

Condividi l'articolo sui Social!

Lascia un tuo commento

Pierluigi Favia
Pierluigi Favia

Pierluigi Favia è il fondatore di Habitat Design e Sen Martin, due aziende di successo, che han rivoluzionato il modo di arredare i parrucchieri e le barberie in Italia. E', inoltre, titolare della Sen Martin Academy che si occupa di organizzare corsi di formazione ed eventi per barbieri su territorio nazionale. Tra gli eventi più importanti organizzati nel settore spiccano la "International Barber Convention" a Roma e l’ U.B.S. - United Barber Show il primo evento al mondo edicato ai barbieri organizzato in collaborazione con Cosmoprof - Bologna nel 2017, 2018 e 2019, che ha visto la partecipazione di più di 5.000 barbieri provenienti da tutto il mondo.
Ha scritto "Come arredare una barberia di successo"; a breve è prevista la pubblicazione del secondo libro dedicato al mondo dei parrucchieri.

Pierluigi Favia è un imprenditore seriale che applica nelle proprie aziende metodi, tecniche e strategie di marketing avanzato.

Rispondi

I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.