Blog

Diventare un parrucchiere di “successo”: le 10 regole d’oro

Se possiedi già un negozio o hai letto l’articolo su come aprire un negozio di parrucchiere, lo sai già: diventare un parrucchiere di “successo” è difficile. A volte persino sopravvivere è difficile, dato il numero di nuovi saloni che aprono – e chiudono – ogni giorno.

Ogni carriera, ogni salone, è un viaggio a sé stante. Voglio comunque cercare di darti una mano con 10 – tecnicamente 10,5 – consigli.

10,5. Non smettere mai di imparare

È l’ultimo punto, ma ho deciso di metterlo al primo posto perche dovrebbe essere ovvio ma, in pochi rispettano. Se vuoi avere successo, non puoi sentirti “arrivato”. Mai. Un po’ perché anche i migliori sbagliano e, di conseguenza, hanno sempre qualcosa da imparare. Un po’ perché proprio in questo settore in quanto artigianale e allo stesso tempo imprenditoriale tutto si evolve ad una velocità impressionate e tu devi rimanere al passo anzi, sempre un passo avanti.

Per diventare un parrucchiere di “successo”, quindi, ti consiglio vivamente mantenere le porte della formazione sempre aperte e non parlo solo di formazione professionale e tecnica.
Un ottimo suggerimento davvero incondizionato che desidero darti è quello di prestare molta attenzione alla formazione di Parrucchiere del Futuro di Marco Bussa, ho visto con i miei occhi crescite esponenziali di saloni che hanno ottenuto i risultati che sognavano da anni.

10. Parti con una strategia in mente

L’altra cosa che tutti dicono e che in pochi fanno: partire con un piano in mente. Decidi come formarti, a chi rivolgerti per aprire il tuo locale, come promuoverlo. Insomma, decidi dove vuoi arrivare e come. Metti tutto su carta, se ti serve.

Spesso la vita si diverte a far saltare i nostri piani, non c’è dubbio; ciò non significa che i piani siano inutili. Una buona strategia d’azione ti aiuta a direzionare gli sforzi e, in caso di imprevisti, ti aiuta anche a contenere gli eventuali danni.

9. Definisci i tuoi valori e il tuo target

Nel tuo piano d’azione ci sono anche i valori che vuoi rappresentare, come la tradizione o l’attenzione all’ambiente, eccetera. Esprimi questi valori nel modo in cui promuovi il tuo brand, nell’arredamento del tuo salone, nei tuoi servizi. Devono essere parte integrante del tuo lavoro, non semplici etichette.

I valori che porterai avanti attireranno un certo tipo di clienti, ovvero le persone che condividono almeno parte di questi con te. Ecco perché l’intera questione merita profonde riflessioni: da una parte devi attirare un tipo di clientela che ti permetta di prosperare; dall’altra, è difficile nasconderti dietro cose in cui non credi.

8. Sii unico

Ho dedicato un intero articolo all’importanza di essere unico e ti invito a leggerlo.

7. Segui le tendenze, non esserne schiavo

Questo punto è una diretta conseguenza di quello precedente. Seguire le tendenze è importante, se vuoi rimanere connesso alla clientela. Seguirle in modo cieco può però spingerti lontano dai tuoi valori originali.

6. Non avere paura di allontanare i clienti

Scegliere dei valori chiari, che emergano in un arredamento unico e nel tuo lavoro, significa allontanare alcuni tipi di clienti. Alcune persone non apprezzeranno né il design del locale, né i tuoi tagli, né la tua comunicazione. Lasciale andare. Concentrati sul tipo di clienti che vuoi attirare, lavora per fidelizzarli.

Saranno loro a farti diventare un parrucchiere di successo.

5. Dai ai tuoi clienti un’esperienza, non un taglio

Il 70% dei parrucchieri lavora davvero tanto e guadagna davvero poco. Il motivo è abbastanza semplice: non puoi far pagare un taglio più di tanto. Se una persona viene da te solo per dare un’accorciata ai capelli, sarà disposta ad andare da chiunque gli prometta la stessa cosa per meno. Il risultato sarà una sanguinosa guerra al ribasso che non vedrà nessuno vincitore.

Per sfuggire a questa dinamica malata, devi proporre qualcosa che valgo più di un taglio. Devi proporre un’esperienza unica, appetibile per il tuo target e in linea con i tuoi valori. Non è facile, ma sul lungo periodo paga.

4. Non avere paura di fare cross selling

Alcune persone si fanno prendere da una specie di pudore, quando si parla di cross selling. Sembra quasi “brutto” cercare di vendere altro, dopo che una persona ha già speso dei soldi per i tuoi servizi.

Se hai offerto un buon servizio, le persone saranno più che contente di ascoltare una proposta di acquisto garbata. Ecco perché dovresti sempre avere una straordinaria zona dedicata alla rivendita divisa in varie aree nel “percorso” all’interno del tuo negozio e un zona alle spalle della cassa del salone.

3. Usa (davvero) internet!

Internet è uno strumento potentissimo, nelle mani giuste. Ti consente di comunicare il tuo brand mediante video, immagini, articoli. Ti consente di raggiungere persone che vivono nella città accanto, che sarebbero felicissime di venire da te, se solo sapessero che esisti. Insomma, è un grande strumento di promozione.

Nelle mani giuste.

Usare internet non significa avere un sito vetrina o una pagina Facebook abbandonata. Implica dinamiche molto più complesse e che non tutti padroneggiano.

2. Se non sai come fare, appoggiati a dei professionisti

Diventare un parrucchiere di “successo” non significa diventare un esperto di web marketing, né un arredatore, né un commercialista. È normale che tu non sappia come si gestisce una pagina Facebook o come arredare il negozio: non è il tuo lavoro.

Potresti essere un virtuoso dei colori, ma non avere idea di come dipingere le pareti del salone.

In tutti questi casi, armati di umiltà e rivolgiti a dei professionisti. Proprio come tu hai studiato per diventare un grande parrucchiere, loro hanno studiato per diventare arredatori o social media manager. Forse non sapranno nemmeno come si regge un paio di forbici, ma ti aiuteranno con tutto il resto.

1. Scegli sempre la qualità

I soldi possono essere un problema, specie se sono pochi. Nonostante questo, ti sconsiglio di sacrificare la qualità in nome del budget: è il modo migliore per far scappare i clienti. Piuttosto, parti da qualcosa di semplice e vai a salire, man mano che il budget aumenta. Questo vale per tutto, dai servizi all’arredamento.

Habitat Design produce arredi personalizzati e disegnati su misura per te, che costano ovviamente di più rispetto a quelli standard che si trovano sui cataloghi o sui volantini. In compenso, ti consentono di ottenere un negozio unico, differente dalla concorrenza e indimenticabile, oltre che duraturo. Sul lungo periodo, questo ti fa guadagnare di più, ti aiuta a far crescere la tua reputazione, la tua immagine e il tuo brand.

Stai pensando di rinnovare il tuo negozio di parrucchiere?

Desideri ricevere una consulenza gratuita per studiare un progetto disegnato in ESCLUSIVA per te?
Desideri ricevere un preventivo personalizzato?

Chiama il numero qui sotto e prenota ora la tua consulenza!

Condividi l'articolo sui Social!

Lascia un tuo commento

Pierluigi Favia
Pierluigi Favia

Pierluigi Favia è il fondatore di Habitat Design e Sen Martin, due aziende di successo, che han rivoluzionato il modo di arredare i parrucchieri e le barberie in Italia. E', inoltre, titolare della Sen Martin Academy che si occupa di organizzare corsi di formazione ed eventi per barbieri su territorio nazionale. Tra gli eventi più importanti organizzati nel settore spiccano la "International Barber Convention" a Roma e l’ U.B.S. - United Barber Show il primo evento al mondo edicato ai barbieri organizzato in collaborazione con Cosmoprof - Bologna nel 2017, 2018 e 2019, che ha visto la partecipazione di più di 5.000 barbieri provenienti da tutto il mondo.
Ha scritto "Come arredare una barberia di successo"; a breve è prevista la pubblicazione del secondo libro dedicato al mondo dei parrucchieri.

Pierluigi Favia è un imprenditore seriale che applica nelle proprie aziende metodi, tecniche e strategie di marketing avanzato.

Rispondi

I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.