Blog

Barriere architettoniche in un salone parrucchiere: come evitarle

Evitare le barriere architettoniche in un parrucchiere è non solo un atto di civiltà, ma anche un modo per aprirsi a nuovi orizzonti. Purtroppo, richiede più attenzione del solito in fase di progettazione.

Ecco quindi cosa fare in soli 5 Step.

La peggiore barriera architettonica? La gestione dello spazio

Quando si parla di barriere architettoniche in salone, si pensa ai gradini all’ingresso, al bagno, ad eventuali scale dentro il locale. Insomma, l’attenzione ricade su tutti quegli elementi strutturali che ostacolano fisicamente il passaggio di una carrozzina. Pur essendo elementi importanti, il problema è molto più sfumato e interessa tutta la gestione degli spazi.

Visualizza il percorso di un cliente tipo attraverso il tuo salone: entra, segnala il suo arrivo alla reception e viene fatto accomodare nella sala d’attesa; passa all’area Consulenza /Color Bar, poi all’ area lavaggio, poi all’area finish; una volta concluso, paga in reception e si dirige all’uscita.

Come puoi notare, il percorso potrebbe essere difficoltoso per una persona diversamente abile. Se il locale è ristretto e affollato, infatti, il cliente potrebbe fare fatica a muoversi da una parte all’altra del locale. La barriera architettonica principale diventa quindi non tanto il gradino, quanto la cattiva gestione degli spazi e un design degli interni non adeguato.

Imposta ampi spazi di manovra

Quando progetti un salone accessibile ed esclusivo, analizzare gli spazi di manovra è fondamentale. La persona con disabilità dev’essere in grado di spostarsi:

  • senza manovre lunghe e che la mettano a disagio;
  • senza ostruire il passaggio di altri clienti.

Servono quindi spazi di passaggio larghi e privi di ostacoli, specie verso i servizi essenziali.

Anche la progettazione degli spazi di sosta è importante. Il tuo obiettivo è mettere il cliente a proprio agio, indipendentemente da una eventuale disabilità. La zona accoglienza, l’area di attesa, le aree per il trattamento devono quindi consentire una sosta agevole a chiunque. Questo serve a migliorare il comfort di un po’ tutti i clienti.

Punta su un design minimale

Non esiste una ricetta valida per tutti i locali, quando si tratta di progettare il design di un salone. I negozi di parrucchiere senza barriere architettoniche hanno però degli elementi in comune:

  • spazi puliti e ampi;
  • arredi dalle linee essenziali e che occupino poco spazio;
  • assenza di elementi d’arredo non giustificati, che rischiano d’essere solo di ostacolo.

Questi tre elementi sono gli ingredienti per spazi accessibili, funzionali ed esteticamente piacevoli. Il modo migliore per integrarli nel tuo locale è scegliere un tipo di arredo dallo stile minimale, quindi già di per sé dotato di un design semplice ma d’impatto.

Lo stile minimale è adatto a saloni piccoli e grandi, dato che aiuta a gestire lo spazio in modo ottimale. Le linee geometriche hanno anche il pregio di aumentare lo spazio percepito, rendendo il salone luminoso e arioso.

Sfrutta luci e colori per organizzare gli spazi

L’assenza di mobili e arredi inutili riduce i possibili ostacoli fisici. Il contrasto tra il colore delle pareti, quello dei pavimenti e quello dei mobili rende invece più facile collocare tutti gli elementi nello spazio.

I colori chiari sono i migliori per pareti e pavimento, dato che riflettono la luce e aumentano il contrasto con gli arredi. Evita però il bianco candido, che potrebbe essere addirittura eccessivo; meglio orientarti su colori come il crema o il grigio chiaro.

Per facilitare la percezione della grandezza della stanza, usa un colore diverso anche per il soffitto oppure applica un fregio nella parte superiore della parete.

Anche l’illuminazione è importante. Come ti ho già spiegato nei due articoli su come illuminare un salone, ciascuna area del negozio richiede un’illuminazione particolare. Queste differenze di illuminazione possono tornare utili anche per le persone ipovedenti, dato che danno loro un riferimento per orientarsi.

Presta attenzione alle texture dei pavimenti

Infine, sfrutta le texture dei pavimenti per eliminare ulteriori barriere architettoniche invisibili nel tuo parrucchiere.

Nell’articolo dedicato ai pavimenti per un salone di parrucchiere, ti ho spiegato quali sono le caratteristiche fondamentali per la pavimentazione del tuo negozio. Alcune di queste sono cruciali come ad esempio l’essere antiscivolo. C’è però di più.

Usare materiali con texture diverse, che diano sensazioni diverse sotto i piedi, consente di creare percorsi tattili all’interno del tuo salone. Le piastrelle in gomma zigrinata che si vedono nei luoghi pubblici sono l’esempio più classico. In un salone puoi usare anche il gres o la pietra naturale, esteticamente più piacevoli.

Progettare un parrucchiere senza barriere architettoniche e con un design originale può essere complesso. Chiedi l’aiuto di un professionista, che ti proponga soluzioni uniche e su misura per te. Per saperne di più, contattami.

Stai pensando di rinnovare il tuo negozio di parrucchiere?

Desideri ricevere una consulenza gratuita per studiare un progetto disegnato in ESCLUSIVA per te?
Desideri ricevere un preventivo personalizzato?

Chiama il numero qui sotto e prenota ora la tua consulenza!

Condividi l'articolo sui Social!

Lascia un tuo commento

Pierluigi Favia
Pierluigi Favia

Pierluigi Favia è il fondatore di Habitat Design e Sen Martin, due aziende di successo, che han rivoluzionato il modo di arredare i parrucchieri e le barberie in Italia. E', inoltre, titolare della Sen Martin Academy che si occupa di organizzare corsi di formazione ed eventi per barbieri su territorio nazionale. Tra gli eventi più importanti organizzati nel settore spiccano la "International Barber Convention" a Roma e l’ U.B.S. - United Barber Show il primo evento al mondo edicato ai barbieri organizzato in collaborazione con Cosmoprof - Bologna nel 2017, 2018 e 2019, che ha visto la partecipazione di più di 5.000 barbieri provenienti da tutto il mondo.
Ha scritto "Come arredare una barberia di successo"; a breve è prevista la pubblicazione del secondo libro dedicato al mondo dei parrucchieri.

Pierluigi Favia è un imprenditore seriale che applica nelle proprie aziende metodi, tecniche e strategie di marketing avanzato.

Rispondi

I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.